Amazon Seller: vendere in FBA o FBM?

Amazon header

Vendere in Amazon

Chiunque abbia iniziato a sondare la possibilità di vendita dei propri prodotti attraverso Amazon si sarà posto immediatamente due domande: account base o account pro? Amazon FBA o FBM? Quali sono le differenze?

In questo articolo parleremo della vendita in modalità Amazon Seller, cioè la vendita (diretta) di prodotti agli acquirenti attraverso la piattaforma Amazon.
Non dobbiamo confondere quest’ultima con la vendita in modalità “Vendor”, che riguarda la possibilità di diventare un fornitore di Amazon e segue logiche diverse da quanto di seguito descritto.

Due tipi di account

Prima di parlare delle differenze tra FBA e FBM dobbiamo fare chiarezza sui differenti piani di vendita proposti da Amazon.

Account base:

  • adatto a chi vende un numero modesto di unità, non oltre le 40 vendite al mese;
  • al di sotto di questo valore nessun costo di abbonamento, ma commissioni in percentuale a seconda della categoria del prodotto;
  • avremo anche un costo fisso di 0,99 € per transazione.

Account Pro:

  • adatto alla maggior parte dei venditori professionali;
  • costo di abbonamento di 39,00 € mensili;
  • commissioni in percentuale per categoria;
  • alcune funzionalità aggiuntive per la gestione di grandi cataloghi.

N.B. Molti si domandano se è possibile vendere su Amazon senza partita IVA. La risposta è chiaramente negativa. Come per qualsiasi attività di tipo commerciale è necessario inquadrarsi come imprenditore.

Passiamo adesso alle differenze tra FBA e FBM.

Logistica FBA (Fulfillment by Amazon)

Immagine vendita AMazon FBA e FBM

Come funziona Amazon FBA?

  • Amazon gestisce inventario, magazzino e spedizioni.;
  • tutto il processo gestino a nome Amazon;
  • l’assistenza clienti è gestita da Amazon (in lingua);
  • vendita in tutto il mondo;
  • etichetta Amazon Prime.

Noi dovremo inviare i prodotti ad Amazon (seguendo le indicazioni per imballaggio, etichettatura ecc.). Una volta ricevuta la merce Amazon provvederà a disimballare i prodotti e caricarli per la vendita.

Vantaggi:

  • più facilità di conquista della “Buy Box”, l’opzione di acquisto del prodotto messa in evidenza da Amazon. La posizione nella Buy Box dipende infatti da: prezzo, disponibilità, costi di spedizione, tipi di consegna ed esperienza del cliente (valutazione merci, feedback etc);
  • tassi di conversione più alti grazie all’etichetta Prime;
  • assistenza clienti gestita in maniera efficiente e senza costi aggiuntivi da Amazon;
  • maggiore visibilità;
  • gestione corrieri e imballaggi affidata ad Amazon;
  • maggiore efficienza sfruttando la logistica Amazon.

Svantaggi:

  • costi aggiuntivi per il trasporto verso il magazzino Amazon;
  • costi di stoccaggio (calcolati sul volume) nel magazzino di Amazon;
  • costi di gestione della spedizione in uscita verso i clienti.

Ottima soluzione per la vendita di beni di piccole dimensioni o con tempi brevi di giacenza.
Consigliato a chi fa commercio di beni prodotti da terzi.

Logistica FBM (Fulfullment by Merchant)

Come funziona Amazon FBM?

  • Il venditore gestisce inventario, magazzino e spedizioni;
  • Il venditore si occupa dell’assistenza clienti.

I prodotti vengono venduti dal venditore come in qualsiasi altro marketplace, gestendo l’intero processo di vendita e sfruttando la piattaforma come vetrina.

Vantaggi:

  • controllo dell’intero processo di vendita;
  • gestione dei costi di stoccaggio della merce;
  • gestione di spedizioni e relativi costi.

Svantaggi:

  • elevata difficoltà nell’ottenere l’etichetta Prime (per diventare Seller Fulfilled Prime servono dei requisiti molto stringenti);
  • difficoltà nel posizionamento in Buy Box;
  • customer care (deve essere in lingua se si vende in altri paesi) gestita internamente con relativo costo e servizio da erogare senza interruzioni (anche nei festivi);
  • necessario magazzino interno.

Soluzione consigliata per la vendita di beni di medie o grandi dimensioni (sopra 2kg), o con tempi di giacenza medi o stagionali.
Ideale per produttori (già in possesso di un magazzino e di una struttura distributiva).

Oltre ai requisiti per ottenere il marchio Prime, Amazon applica una politica severa riguardo le prestazioni dei venditori, che se non rispettata nei casi più gravi può portare alla sospensione dell’account.
I parametri sono i seguenti:

  • percentuale ordini difettosi (feedback negativo o reclamo dalla A alla Z) < 1% (Order Defect Rate);
  • ordini annullati dal venditore prima della spedizione (senza il volere del cliente espresso ufficialmente all’interno della piattaforma) < 2,5%. Rapporto tra numero di ordini ricevuti in un arco temporale di 7 giorni e numero di ordini annullati. (Pre-Fulfillment Cancel Rate);
  • percentuale di spedizione in ritardo < 4%. Rapporto tra il numero di ordini gestiti dal venditore nell’arco di 30 giorni e numero ordini la cui spedizione è stata confermata dopo la data massima consentita (Late Shipment Rate).

Cos’è Amazon FBA? La differenza con FBM?